Associazione Attivamente


Vai ai contenuti

Pietro Sarubbi

Rassegna stampa > Programma Incontri 2013

Pietro Sarubbi nasce a Milano nel 1961.
È sposato con Maria e ha cinque figli: Simone, Franca Maria, Rocco, Angela, Giacomo Riccardo.
Studia Regia e Comunicazione all'Università Popolare dello Spettacolo di Napoli; in seguito segue il corso di Regia presso la Civica scuola d'Arte drammatica del Piccolo Teatro di Milano.
Sarubbi, parallelamente al percorso di attore, studia le più diverse tecniche di comunicazione efficace, filosofia delle arti marziali e antropologia sociale viaggiando e vivendo in Tibet, Brasile, Argentina e Inghilterra.
Inizia il suo percorso artistico nel 1979 lavorando in teatro.

Nel 1980 arrivano i primi contratti
Rai per Portobello, Fantastico e numerosi film tv. Debutta nel cabaret con Zelig e poi partecipa a film-tv, fiction e sit-com di successo tra cui Casa Vianello e Il Maresciallo Rocca. La presenza fissa al Maurizio Costanzo Show gli dà grande notorietà.
In teatro lavora con Zeffirelli, Lavia, Kantor, Finzi Pasca e Sixty; nel cinema con grandi registi italiani (Gabriele Salvatores, Nanny Loy, Dino Risi, ecc.). Ma sono due registi stranieri ad affidargli i ruoli più importanti: John Madden, regista britannico celebre per "Shakespeare in love" (1998), lo sceglie " per la mia faccia e la mia umanità " nel cast di
Il mandolino del capitano Corelli, dove recita al fianco di Nicolas Cage, Penelope Cruz e John Hurt.
Oltre che un attore professionista, Sarubbi è autore e regista teatrale, conduttore televisivo, giornalista e scrittore. Si occupa anche di formazione aziendale. Già docente di recitazione presso il Teatro Scuola Paolo Grassi di Milano, attualmente è docente di Regia e responsabile dell'Innovazione e sviluppo della didattica di Milano Cinema e Televisione, dipartimento di Fondazione Milano.
L'incontro con Dio avviene sul set del film "
The Passion of the Christ " - del 2004, scritto e diretto da Mel Gibson - quando, nel ruolo di Barabba, i suoi occhi per la prima volta incontrano davvero quelli dell'attore che interpreta Gesù, Jim Caviezel.
In quello sguardo Sarubbi non trova nulla di ciò che si aspettava.
" Negli occhi dell'uomo che sta morendo per me non ci sono né odio né rancore … in quello sguardo vedo un'armonica rassegnazione, quasi una dolce accettazione, un velo d'amore e di preoc-cupazione per me e per la mia condizione di degrado ". Lo sguardo ferisce l'attore, ma apre a un incontro grande e segna la sua conversione.
A coronamento del suo cammino spirituale, Pietro Sarubbi ha pubblicato due libri autobiografici:
Da Barabba a Gesù. Convertito da uno sguardo (Itaca, 2006) e il recente La Passione di Barabba (Paoline, 2011).
Tra una ripresa e l'altra Sarubbi gira per le parrocchie, gli oratori e i centri giovanili di tutta Italia, per rendere la propria testimonianza di fede. Ricordando che fare l'attore ed essere cristiano è possibile, è entusiasmante e aiuta a riscoprire se stessi. Anche recitando …


Servizio Telepace Laus - Intervista con Pietro Sarubbi

Domenica 10 febbraio 2013

Incontro con Pietro Sarubbi - I^ parte

Domenica 10 febbraio 2013

Incontro con Pietro Sarubbi - II^ parte

Domenica 10 febbraio 2013


Torna ai contenuti | Torna al menu